Questo sito utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookies.
Se si continua a navigare sul presente sito, si accetta il nostro utilizzo dei cookies. Clicca qui per visualizzare l’informativa allegata.

Accetta
... è non violenza
Cultura
Tutti giù in cortile La scuola degli spiazzi

 primo appuntamento di #tuttigiùincortile con


 La scuola degli spiazzi


 


TUTTI GIÙ IN CORTILE, un richiamo a Girotondo filastrocca nata per esorcizzare la Peste Nera, che ha connesso tante generazioni ed è risuonata nei luoghi di gioco di tutto il mondo. Un invito ad esorcizzare collettivamente il Covid-19 e allo stesso tempo, un'esortazione rivolta alla cittadinanza a restare bambini, a lasciarsi sorprendere e a ri-occupare lo spazio urbano svuotato di significato e vitalità in questi mesi pandemici.


TUTTI GIÙ IN CORTILE nasce dalla necessità, di iniziare a ri-costruire relazioni di prossimità ormai sfilacciate, di restituire a persone e luoghi la possibilità di arricchirsi attraverso momenti di divulgazione culturale, liberamente accessibili, rivolti a comunità di interessi molto diversi tra loro.Cosa si fa nel cortile di un condominio del centro storico? Si scende “Tutti giù in cortile”: una rassegna di 15 eventi per fare incontrare persone, interessi, generazioni diverse, per parlare e raccontare storie, per mangiare e passare tempo insieme, per divertirsi.


La scuola degli spiazzi


 #1 Il ritorno della comunità _ Community Index.Quali sono le caratteristiche fondamentali di una Portineria di quartiere? Un luogo, le persone, le relazioni. Una comunità insomma. Come si capisce se quella comunità si sta muovendo nella giusta direzione? Aiconn ha negli ultimi mesi sviluppato una serie di criteri per valutare la qualità del funzionamento delle comunità e i loro processi partecipativi.


La Portineria di quartiere che sta nascendo presso il Cafè de la Paix vuole conoscere questo strumento per poterlo utilizzare nell’analisi del proprio intervento sul quartiere e sulla città e vuole farlo insieme a tutti/e coloro si muovono nella stessa direzione.


Il C-Index si inserisce, quindi, nel paradigma dell’Economia Civile e vuole offrire un supporto strategico per tutte le organizzazioni che intendono farne parte; un paradigma, quello civile, che punta al superamento della dualità Stato-Mercato in favore di un modello tripolare in cui sia rilanciato il ruolo del Terzo Pilastro, ovvero della comunità (in forma organizzata e non).


Federico Zappini e Giulia Cutello dialogano con Flaviano Zandonai e Paolo Venturi.


L’incontro è organizzato nell’ambito di “Tutti giù in cortile”, progetto proposto da APS Dulcamara all’interno del bando Generazioni 2021


Potrebbe essere un'illustrazione raffigurante testo


 


Generazioni | due punti | La Portineria de la Paix | Trento Poetry Slam | la.chichera